I Cavalieri dell'Ordine Supremo
del Collare o
della Santissima Annunziata



1796
Carlo Emanuele IV
XX Gran Maestro dell'Ordine


Pancrazio I (Vorster von Will)
Abate di San Gallo
Principe del SRI


1799
(Carlo Emanuele IV)


Alessandro Souvarov Rimniski
Principe Italinski
maresciallo dell'Impero Russo

Carlo Francesco Thaon
conte di Sant'Andrea con Revel
Luogotenente generale negli Stati di Terraferma

Giuseppe Amedeo Sallier
de la Tour

barone di Chevron
Governatore della Savoia


1801
(Carlo Emanuele IV)


Carlo Luigi Signoris di Buronzo
Arcivescovo di Torino


1802
(Carlo Emanuele IV)


Andrea Doria Pamphili
Principe del SRI
Principe di San Martino

Filippo Colonna
Principe di Castiglione
Duca di Paliano


1802
Vittorio Emanuele I
XXI Gran Maestro dell'Ordine


Filippo Sanmartino d'Agliè
conte di Front
Luigi Amat di Sorso
Capitano della Compagnia Sarda delle Guardie del Corpo


1814
(Vittorio Emanuele I)


Gioacchino Cordero
conte di Roburent
luogotenente generale

Enrico Noyel de Bellegarde
conte d'Entremont
Gran Maestro della Casa dell'Imperatore d'Austria
Governatore delle Venezie e della Galizia

Benedetto di Piossasco
dei signori di None

gran ciambellano


Costantino
Granduca di Russia
Teodoro Rostopchin
gran ciambellano
dell'Imperatore di Russia
Ministro degli Affari Esteri


1815
(Vittorio Emanuele I)


Clemente di Metternich-Vinnebourg-Ochsenhausen
Ministro degli Affari Esteri
Gran Cancelliere

Carlo Filippo
di Schwarzenberg

maresciallo d'Austria
Giovanni Filippo
di Stadion

ministro degli Affari Esteri
dell'Imperatore d'Austria


Carlo Augusto
di Hardenberg

Cancelliere di Stato del Re di Prussia
Carlo Roberto
di Nesselrode

aiutante di campo dell'Imperatore di Russia
ministro degli Affari Esteri

Arthur Wellesley
duca di Wellington
Primo ministro e Segretario di Stato degli Affari Esteri


conte Giovanni Filippo
di Frimont

Luogotenente Generale del Lombardo Veneto
Vittorio della Chiesa
marchese di Cinzano
conte di Roddi

Francesco Maria Amat di Sorso
generale di fanteria


Carlo Bartolomeo Richelmi
conte di Bovile
gran cacciatore e gran falconiere

Filippo Vibò
conte di Prali
gran mastro d'artiglieria

Giuseppe Alessandro Thaon
conte di Sant'Andrea con Revel
ispettore generale di fanteria


Giacomo Pes di Villamarina
capitano della compagnia sarda delle Guardie del Corpo
luogotenente vicerè di Sardegna

Vittorio Amedeo di Seyssel
marchese d'Aix
capitano della compagnia savoiarda delle Guardie del Corpo

Giovan Battista Carrega
gran conservatore dei beni della Corona


Alessandro di Valesa
conte di Montalto
Ministro e Primo Segretario di Stato
per gli Affari Esteri


1816
(Vittorio Emanuele I)


Edward Pellew
visconte di Exmouth
ammiraglio

Carlo Alberto di Savoia
principe di Carignano
poi Carlo Alberto
re di Sardegna (1831-1849)


1819
(Vittorio Emanuele I)


Antonio Clemente di Sassonia
principe reale di Sassonia
poi Antonio I, re di Sassonia


1820
(Vittorio Emanuele I)


Francesco di Varax
conte di Châtel
Ignazio Thaon di Revel
conte di Pralungo
Vicerè e Capitano generale di Sardegna
poi Governatore di Torino
Luogotenente Generale del Regno
Maresciallo del Regno

Filippo Antonio Asinari
marchese di San Marzano
Primo segretario di Stato alla Guerra e Marina e Affari Esteri


Francesco Ferdinando Bubna
de Litic

Governatore della Lombardia
Comandante Militare di Savoia, Piemonte, Lombardia

Carlo Luigi di Borbone
Infante di Spagna
principe ereditario di Lucca
poi Duca di Lucca
poi Carlo II, duca di Parma


1821
Carlo Felice
XXII Gran Maestro dell'Ordine


Vittorio Amedeo Sallier de La Tour
marchese di Cordon
Governatore degli Stati
di Terraferma
poi Luogotenente Generale
del Regno

Giuseppe Albani
cardinale
poi Segretario di Stato
di S.S. Pio VIII

Stefano Manca
marchese di Villahermosa
e Santa Croce
capitano della compagnia sarda delle Guardie del Corpo
generale di cavalleria


Gaspare Richelmi
conte di Bovile
gran cacciatore e
gran falconiere

Giuseppe Ippolito de Gerbaix
di Sonnaz des Habères

capitano della compagnia savoiarda delle guardie del corpo
poi governatore di Novara e Nizza

Agostino Fieschi
capitano della compagnia genovese delle guardie del corpo


Anselmo Doria
marchese di Ciriè e del Maro
capitano della compagnia piemontese delle guardie del corpo

Tommaso Ferrero della Marmora
maggior generale
primo scudiere


1822
(Carlo Felice)


Ettore Veuillet
marchese della Saunière
governatore della divisione di Genova

Alessandro I
Imperatore di Russia
Ferdinando I
re delle Due Sicilie


Leopoldo di Borbone
principe di Salerno
Rodolfo Wrbna
gran ciambellano
dell'Imperatore d'Austria

Piero Wolkonski
capo dello Stato Maggiore dell'Imperatore di Russia


Cristiano Bernstorff
ministro di stato e degli affari esteri del re di Prussia
Alessandro Tatitscheff
consigliere intimo
dell'Imperatore di Russia


1824
(Carlo Felice)


Francesco I
Imperatore d'Austria
re d'Ungheria e Boemia

Luigi Antonio di Borbone
duca di Angoulême
Renato Augusto di Chateaubriand
ministro di stato e degli affari esteri


Francesco di Borbone
duca di Calabria
poi Francesco I
re delle Due Sicilie


1825
(Carlo Felice)


Teresio Maria Ferrero
della Marmora

cardinale
cancelliere dell'Ordine

Gregorio Roero Sanseverino
conte di Sciolze e Revigliasco
gran scudiere


1826
(Carlo Felice)


Nicola I
imperatore di Russia


1828
(Carlo Felice)


Giulio Maria della Somaglia
cardinale
poi segretario di stato di
S.S. Leone XII


1829
(Carlo Felice)


Ferdinando di Borbone
duca di Calabria
poi Ferdinando II
re delle Due Sicilie


1830
(Carlo Felice)


Giovanni Battista Michal de La Chambre
luogotenente generale
capitano della compagnia savoiarda
delle guardie del corpo

Carlo Luigi Porporato di Sampeyre
maggior generale
capitano della compagnia
piemontese delle guardie del corpo


1831
(Carlo Felice)


Carlo Emanuele Alfieri
marchese di Sostegno
gran ciambellano

Filippo Garretti
signore di Ferrere
gran mastro della casa

Giovanni Amat di Sorso
marchese di San Maurizio
primo scudiere
governatore di Tortona


Giuseppe Maria Galleani
conte di Agliano
comandante generale della Savoia
poi vicerè e capitano generale di Sardegna

Vittorio Pilo Boyl
marchese di Putifigari
gran cacciatore e gran falconiere

Giovanni Battista d'Oncieux
marchese di La Bâtie
governatore della Savoia


Cesare Ambrogio Sanmartino d'Agliè di Pont
ministro plenipotenziario
Ferdinando
arciduca ereditario d'Austria
poi Ferdinando I
Imperatore d'Austria
re d'Ungheria e Boemia

Giovanni Rodolfo Czernin di Chudenitz
signore di Schenkoff e Milchowes
primo gran maggiordomo maggiore dell'Imperatore d'Austria


Giberto Borromeo
ciambellano e gran scudiere dell'Imperatore d'Austria
maggiordomo maggiore del regno Lombardo-Veneto


1832
Carlo Alberto
XXIII Gran Maestro dell'Ordine


Federico Enrico Augusto
principe reale di Prussia
Fulco Ruffo di Calabria Santapau
principe di Scilla
consigliere di stato
poi ministro degli affari esteri del regno delle Due Sicilie

Giuseppe Morozzo della Rocca
cardinale
vescovo di Novara


1833
(Carlo Alberto)


Federico Guglielmo III
re di Prussia
Antonio Statella
principe di Cassaro
ministro segretario di stato per gli affari esteri del regno delle Due Sicilie
poi presidente del consiglio dei ministri

Gabriele Galateri di Genola
governatore di Alessandria


Francesco IV
arciduca d'Austria
duca di Modena

Michele
granduca di Russia


1835
(Carlo Alberto)


Prospero Balbo di Vinadio
ministro di stato
presidente dell'Accademia delle Scienze

Giorgio Andrea Des Geneys
ammiraglio
Filippo Paolucci delle Roncole
governatore della divisione di Genova


Teobaldo Vittorio Cacherano d'Osasco
luogotenente generale
Luigi Bianco di Barbania
maggior generale


1836
(Carlo Alberto)


Vittorio Emanuele di Savoia
duca di Savoia
poi Vittorio Emanuele II
re di Sardegna (1849-1861)
re d'Italia (1861-1878)
Eugenio di Savoia
principe di Carignano
ammiraglio
luogotenente generale del regno

Giuseppe Benedetto Tornielli di Vergano
vicerè e capitano generale di Sardegna


1837
(Carlo Alberto)


Leopoldo di Borbone
conte di Siracusa


1838
(Carlo Alberto)


Giuseppe Radetszi
conte di Radetz
Comandante generale
del regno Lombardo-Veneto


1839
(Carlo Alberto)


Ferdinando di Savoia
duca di Genova


1840
(Carlo Alberto)


Luigi Franzoni
arcivescovo di Torino
Giuseppe di Montiglio
vicerè e capitano generale di Sardegna
Emanuele Pes
marchese di Villamarina
ministro della Guerra e della Marina


Annibale Saluzzo di Monesiglio
capo dello Stato Maggiore Generale
Cesare Saluzzo di Monesiglio
gran mastro d'artiglieria
Alessandro Saluzzo di Monesiglio
ministro della Guerra


Leopoldo I
re dei Belgi


1841
(Carlo Alberto)


Pietro II
imperatore del Brasile
Rodolfo di Colloredo Mansfeld
marchese di Santa Sofia
primo gran mastro
dell'imperatore d'Austria
gran scudiere ereditario
del regno di Boemia


1842
(Carlo Alberto)


Alessandro Vincenzo d'Angennes
arcivescovo di Vercelli
Paolo Francesco di Sales di Thorens
conte di Sales
ministro di stato

Ippolito Spinola
gran ciambellano


Ferdinando di Borbone
infante di Spagna
poi Carlo III duca di Parma

Ranieri
arciduca d'Austria
vicerè del Lombardo-Veneto

Francesco Ferdinando
arciduca d'Austria
poi Francesco V duca di Modena


Alberto di Sassonia Coburgo Gotha
principe di Gran Bretagna e Irlanda


1843
(Carlo Alberto)


Federico Augusto
re di Sassonia
Leopoldo
arciduca d'Austria
Ernesto
arciduca d'Austria


1844
(Carlo Alberto)


Alessandro Souvarov Rimniski
principe Italinski
aiutante di campo generale dell'imperatore di Russia


1845
(Carlo Alberto)


Ottone
re di Grecia
Alessandro
Granduca Ereditario di Russia,
poi Alessandro II imperatore di Russia

Alessio Orloff
presidente del consiglio dei ministri
della Russia


1846
(Carlo Alberto)


Giuseppe Maria de Gerbaix
conte di Sonnaz
gran cacciatore
e gran falconiere

Rodolfo de Maistre
aiutante di campo di S.M.
governatore di Nizza

Giuseppe Renaud
conte di Falicon
governatore di Novara
poi di Alessandria


1847
(Carlo Alberto)


Federico Guglielmo IV
re di Prussia


1848
(Carlo Alberto)


Antonio Brignole Sale
vice presidente del senato del regno



I Cavalieri della SS Annunziata - pagina seguente

I Cavalieri della SS Annunziata - pagina precedente


al Blasonario


Ultimo aggiornamento 24 Agosto 2016
Creato e mantenuto da Federico Bona
Copyright © 1999-2016 Federico Bona