La Galleria delle
Insignia Sine Nomine



In questa sezione del Blasonario sono man mano inserite le schede relative ad alcuni stemmi documentati sul territorio piemontese e valdostano, ma che non sono stati ancora attribuiti a nessuna famiglia. Ogni scheda contiene lo scudo, la blasonatura, la collocazione geografica ed eventualmente lo studio in cui l'arma stessa è stata citata.



  D'azzurro, alla croce d'oro

disegno di affresco non più esistente (1443-1445 circa)
casa privata di Acceglio (Cn), già chiesa di San Defendente

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  D'argento, alla banda di rosso, con una pianticella di canapa, di verde, attraversante

- Casa Cavassa, proveniente da Santa Maria del Monastero, Manta (anni '30-40 del XV secolo)
- soffitto cassettonato di casa privata (post 1460)
Saluzzo (Cn)

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  Partito, al 1° di rosso, a tre [...] d'argento, 2, 1, al 2° di Fresia

Casa Cavassa
Saluzzo (Cn)




  D'azzurro, alla fascia di rosso, cucita, accompagnata da tre rose d'argento

soffitto cassettonato di casa privata (post 1460)
Saluzzo (Cn)

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  D'azzurro, al leone accucciato di rosso, cucito, tenente con le zampe anteriori un ramo di (...), di verde, con il capo d'oro, carico di un'aquila, di nero

soffitto cassettonato di casa privata (post 1460)
Saluzzo (Cn)

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  Bandato d'oro e di rosso, con il capo del secondo, carico di tre P maiuscole, di nero, poste in fascia

soffitto cassettonato di casa privata (post 1460)
Saluzzo (Cn)

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  Di rosso, al castello d'argento, turrito di un pezzo, aperto e finestrato di nero

- soffitto cassettonato di casa privata (post 1460)
- capitello di casa privata
Saluzzo (Cn)

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  D'azzurro, a tre teste di leone strappate, di nero, cucite, linguate di rosso

soffitto cassettonato di casa privata (post 1460)
Saluzzo (Cn)

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  D'oro, al leopardo illeonito, d'azzurro, linguato di rosso

soffitto cassettonato di casa privata (post 1460)
Saluzzo (Cn)

(da Araldica Saluzzese, di Luisa Clotilde Gentile)




  (forse) Losangato d'oro e d'azzurro

facciata della pretura (inizio 1300)
Susa (To)

(vedi anche Dalla Corte al patriziato urbano..., di Luisa Clotilde Gentile, bollettino C.S.P. 2001 vol. XXX fasc. 1)




  Partito d'argento e di rosso, con un'aquila attraversante partita d'azzurro e d'argento (oppure partito, al 1° d'argento alla mezz'aquila di azzurro, al 2° di rosso alla mezz'aquila d'argento, entrambe moventi dalla partizione)

facciata della pretura (inizio 1300)
Susa (To)

(vedi anche Dalla Corte al patriziato urbano..., di Luisa Clotilde Gentile, bollettino C.S.P. 2001 vol. XXX fasc. 1)




  Di rosso alla croce d'argento, caricato in cuore da uno scudetto d'oro, all'aquila di nero, beccata e membrata di rosso

facciata della pretura (inizio 1300)
Susa (To)

(vedi anche Dalla Corte al patriziato urbano..., di Luisa Clotilde Gentile, bollettino C.S.P. 2001 vol. XXX fasc. 1)




  Partito, al 1° d'oro, alla mezz'aquila di nero, membrata e beccata di rosso, movente dalla partizione, al 2° d'argento al capo di rosso

facciata della pretura (inizio 1300)
Susa (To)

(vedi anche Dalla Corte al patriziato urbano..., di Luisa Clotilde Gentile, bollettino C.S.P. 2001 vol. XXX fasc. 1)




  Troncato di rosso e d'argento, a due leoni affrontati, dell'uno nell'altro, tenenti un (alveare? monte?), al naturale

salone monumentale di palazzo Muratori Cravetta (anni '70 del 1400)
Savigliano (Cn)

(vedi anche Riti ed emblemi di Luisa Clotilde Gentile, Zamorani editore)




  Di rosso, alla bordura d'azzurro

soffitto ligneo di palazzo Marenco (anni '80 del 1400)
Acqui (Al)

(vedi anche Un teatro araldico acquese... di Gian Luigi Rapetti Bovio della Torre, Atti 18° - 19° convivio SISA, 2001-2002)




  D'oro, alla sbarra di nero

soffitto ligneo di palazzo Marenco (anni '80 del 1400)
Acqui (Al)

(vedi anche Un teatro araldico acquese... di Gian Luigi Rapetti Bovio della Torre, Atti 18° - 19° convivio SISA, 2001-2002)




  Di rosso, alla banda d'argento

soffitto ligneo di palazzo Marenco (anni '80 del 1400)
Acqui (Al)

(vedi anche Un teatro araldico acquese... di Gian Luigi Rapetti Bovio della Torre, Atti 18° - 19° convivio SISA, 2001-2002)




  Di rosso, a tre anelletti d'oro, 2, 1

soffitto ligneo di palazzo Marenco (anni '80 del 1400)
Acqui (Al)

(vedi anche Un teatro araldico acquese... di Gian Luigi Rapetti Bovio della Torre, Atti 18° - 19° convivio SISA, 2001-2002)




  Di verde, alla banda di [...], carica di tre stelle d'oro

soffitto ligneo della casa di via Balbo 33
Casale (Al)

(citato in Annali del Monferrato di G. Aldo di Ricaldone)




  Di verde, a due stelle d'argento, con il capo del primo, sostenuto d'oro

soffitto ligneo della casa di via Balbo 33
Casale (Al)

(citato in Annali del Monferrato di G. Aldo di Ricaldone)




  Partito, al 1° di rosso, alla lancia con la manica di giaco, cucita a guisa di vessillo, il tutto d'argento, al 2° di rosso, a due pali d'argento

soffitto ligneo della casa di via Balbo 33
Casale (Al)

(citato in Annali del Monferrato di G. Aldo di Ricaldone)




  D'oro, al capo scaccato d'oro e di nero, di tre file

tavoletta lignea di palazzo d'Alençon
Casale (Al)

(citato in Annali del Monferrato di G. Aldo di Ricaldone)




  Inquartato, d'azzurro, e di rosso, alla banda ondata d'oro

tavoletta lignea di palazzo d'Alençon
Casale (Al)

(citato in Annali del Monferrato di G. Aldo di Ricaldone)




  Di verde, alla doppia banda di rosso e d'oro

tavoletta lignea di palazzo d'Alençon
Casale (Al)

(citato in Annali del Monferrato di G. Aldo di Ricaldone)




  D'azzurro, alla banda d'oro, carica di tre fiori, di verde

tavoletta lignea di palazzo d'Alençon
Casale (Al)

(citato in Annali del Monferrato di G. Aldo di Ricaldone)




  (probabilmente)
Partito, al 1° d'azzurro, al mezzo giglio d'oro, al 2° d'oro, alla mezz'aquila di nero, entrambi moventi dalla partizione

affresco in via Alfieri
Savigliano (Cn)




  Trinciato, al 1° d'argento, al leone di rosso, al 2° bandato di rosso e d'argento, con il capo d'oro, carico di un'aquila di nero, coronata del campo e linguata di rosso

attestato in due esempi a
Varallo (Vc)

(segnalazione di Maurizio Bettoja)




  D'azzurro, al grifone coronato, di rosso, cucito

stemma su quadro nella chiesa parrocchiale
Sanfrè (Cn)

(segnalazione di Mario Costamagna)




  (forse Rambaudi)

Troncato, al 1° d'oro, al leone di nero, al 2° fasciato di nero e d'argento

stemma su quadro nella chiesa parrocchiale
Sanfrè (Cn)

(segnalazione di Mario Costamagna)




  D'argento, al falcone spiegato di nero, beccato, membrato e sonagliato di rosso

Chiesa di San Domenico
Torino

(citato in Sopravvivenze araldiche di età medioevale ... di Luisa Gentile, Araldica dello Scalpello)




  D'azzurro, alla banda fasciata innestata nebulosa d'azzurro, d'argento e di rosso

Arca, già chiesa di San Marco
Vercelli

(arma partita con quella Avogadro)




  Palato d'oro e di rosso

Chiesa di San Francesco
Susa




  Troncato merlato di rosso e d'argento

soffitti lignei di palazzo Serralunga
Alba




  Troncato, al 1° d'oro all'aquila coronata, di nero, al 2° bandato d'oro(?) e d'azzurro, con la fascia d'azzurro sulla troncatura

banco scolpito di chiesa
Cherasco




  D'azzurro, a due pile di rosso moventi dagli angoli inferiori dello scudo e convergenti nel punto del capo, unite in punta da un'amaide d'argento
motto: IN DOMINO CONFIDO

Tavoletta lignea dalla "casa del vescovo"
Museo Civico di Arte Antica
Torino

(Luisa Gentile, Il soffitto stemmato di una casa torinese, Araldica del Pennello)




  Partito d'oro e di rosso, a tre uccelli di nero, 2, 1, i superiori affrontati

Tavoletta lignea dalla "casa del vescovo"
Museo Civico di Arte Antica
Torino

(Luisa Gentile, Il soffitto stemmato di una casa torinese, Araldica del Pennello)




  D'azzurro, al cuore di rosso, accompagnato in punta da una stella (8), d'argento

San Giacomo, quadro del 1655
Museo Diocesano
Fossano

(Luisa Gentile, Araldica a Fossano, Storia di Fossano vol. IV)




  Di [...], alla fascia d'oro, accompagnata da tre cuori di rosso, male ordinati

arma di D. Andreas [...]criv[...] Pedemontanus, 1617
Archiginnasio di Bologna
Imago Universitatis n. 2826




  D'azzurro, a tre cuori di rosso, male ordinati

arma di [...]emontan[...], forse 1618,
Archiginnasio di Bologna
Imago Universitatis n. 5549




  (È quasi certo che il nome della famiglia inizi con D, poichè l'arma, senza alcuna altra indicazione, è collocata tra quelle Delfini e Dogliani)

Troncato di rosso e d'argento, al cavaliere armato, impugnante una spada sguainata, il tutto al naturale

Manoscritto Defanti
Biblioteca Civica, Cherasco




  Troncato, al 1° d'azzurro, a due torri d'oro, sostenute dalla troncatura, al 2° di rosso, al decusse d'oro

(alleanza con la famiglia Pascale)
Chiostro del Santuario di Madonna degli Angeli
Cuneo




  Bandato d'oro e d'azzurro, le bande d'azzurro cariche rispettivamente di una, tre e una stella del campo, con il capo di rosso, carico di un leone passante, d'argento (d'oro?)

Broletto di Alessandria



al Blasonario Subalpino


Ultimo aggiornamento 19 Settembre 2016
Creato e mantenuto da Federico Bona
Copyright © 1999-2015 Federico Bona